Home-WWF Salento

 

  

          

  

 

  

Prenotazioni Parco di Rauccio
Prenotazioni Foresta Urbana di Lecce
Contributi e donazioni on-line

RIPARTE URBAN NATURE:
“VOGLIAMO CITTA’ CON PIU’ NATURA”
DOMENICA 10 OTTOBRE 2021 IN TUTTA ITALIA LA FESTA PROMOSSA DAL WWF

 

Le nostre città devono diventare nature-positive e amiche del clima: è con questoImmagine messaggio che il WWF Italia lancia la quinta edizione di Urban Nature in vista della manifestazione che animerà i grandi e i piccoli centri in tutta Italia in occasione della Festa della Natura in città, prevista per quest’anno domenica 10 ottobre. Quello che arriva da tutti gli angoli del nostro Paese è un messaggio di riscatto e resilienza per avere città con più natura, più salubri e più sicure nell’epoca della pandemia da COVID e dei fenomeni estremi causati dal cambiamento climatico. Quest’anno la Festa della Natura in Città del WWF arriva alla vigilia di un momento importante a livello su scala globale, l’apertura (lunedì 11 ottobre) della Conferenza delle Parti sulla Biodiversità (a Kunming in Cina), convocata per arrestare e invertire la curva della perdita di natura.
Nel corso delle iniziative di Urban Nature famiglie, bambini, giovani, studenti, appassionati di natura il 10 ottobre daranno vita ad azioni concrete per tutelare, valorizzare e incrementare la biodiversità urbana. Protagonisti gli attivisti del WWF ma anche le decine di realtà civiche attive sul territorio in difesa della natura che daranno vita a visite nei parchi e nelle aree verdi, giochi, mostre, pulizia e sistemazione delle aree naturali, attività di citizen science e di citizen conservation, guerrilla gardening e urban painting.

Nell’ambito di Urban Nature il WWF Salento promuove “La scoperta degli spazi verdi dimenticati”.
Programma:
Escursione guidata con racconti di Biodiversità tra le cave abbandonate e gli alberi “invisibili” della periferia della città.
 ore 9.30 accoglienza presso il parco di Borgo SanNicola (adiacente alla chiesa)
 ore 10,00 partenza per l'esplorazione e riconoscimento di piante fino ad incontrare delle preziose querce Vallonee (studio e cura)
 ore 12,00 ritorno al punto partenza.
Un'altra iniziativa sarà realizzata nel grande giardino della scuola IV Circolo "S. Castromediano" di Lecce nei prossimi giorni (la scuola nel fine settimana è chiusa) dove giovanissimi investigatori naturalistici andranno alla scoperta della biodiversità sconosciuta presente e cominceranno a progettare un'aula natura con la messa a dimora anche di alberi e arbusti."


Urban Nature 2021 lancia un messaggio forte e partecipato che vuole dare respiro e spazio al mosaico di iniziative che concretamente operano per città che siano in equilibrio con la natura. Quest’anno sono già oltre 60 le realtà che stanno aderendo alla Festa della Natura in Città e 15 le associazioni nazionali che stanno facendo crescere l’iniziativa ideata e promossa inizialmente dal WWF. Lo scorso anno, nonostante il lockdown, nel rispetto delle regole, furono 82 i comuni in tutta Italia dove si svolsero complessivamente 125 eventi e incontri, grazie al contributo di 80 realtà civiche e di 11 associazioni nazionali.
Mosaico di iniziative che in occasione di UN 2021 ruoterà attorno ad alcuni filoni di intervento tematici: decementifichiamo le città, per ridurre le strutture e le infrastrutture in grigio e riempire di verde le nostre aree urbane; nutriamo la biodiversità, per dare spazio agli orti urbani e sociali, all’apicoltura urbana e all’agricoltura periurbana, trasformando le città in fonti di cibo sano e a km zero; rinverdiamo le nostre scuole, con la diffusione delle Aule Natura (sono 12 quelle che verranno consegnate in questo periodo nelle scuole) per una didattica multidisciplinare a contatto con la natura.
Tra i partner storici del WWF, co-promotori sin dall’inizio di Urban Nature, l’Associazione Nazionale dei Musei Scientifici (ANMS) e l’Arma dei Carabinieri, con il pieno coinvolgimento degli Uffici Territoriali Carabinieri per la Biodiversità (UTCB). 
Urban Nature vede i patrocini del Ministero della Transizione Ecologica e dell’ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani.
E dal seme piantato dal WWF, nel tempo è cresciuto l’albero delle adesioni delle associazioni nazionale quest’anno ad Urban Nature aderiranno: AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche); APGI ( Associazione Parchi e Giardini D'Italia) ; CESAB ( Centro Ricerche in Scienze Ambientali e Biotecnologie); CITTADINANZA ATTIVA; FAI – FEDERAZIONE APICOLTORI ITALIANI; UNAAPI -Unione Nazionale Associazioni Apicoltori Italiani; FEDERAZIONE NAZIONALE PRO NATURA; FEDERGEV; FIAB (FEDERAZIONE ITALIANA AMBIENTE E BICICLETTA); GIACCHE VERDI; SOCIETA' SPELEOLOGICA ITALIANA (vedi gli Amici di Urban Nature:
https://www.wwf.it/pandanews/ambiente/gli-amici-di-urban-nature/) Urban Nature, che giunge nel 2021 alla sua V edizione, è un’iniziativa che si sta sempre più affermando come una campagna per rendere sempre più evidenti a chi vive nelle città italiane il valore della natura e la necessità di innovare il modo di pensare e pianificare gli spazi urbani, riconoscendo la centralità degli ecosistemi e delle reti ecologiche e di
promuovere azioni virtuose agite da amministratori, comunità, cittadini, imprese, università e scuole per proteggere e incrementare la biodiversità nei sistemi urbani.
Info cell.: 3392742742


PER LA RASSEGNA "I concerti di Rauccio"
La musica incantatrice dei “TRANSALENTO”

Si comunica che il concerto è stato annullato

Ci attende un'altra bellissima esperienza con "Tra Musica e Natura" in collaborazione con l'Ente di Gestione Parco
Avremo da incantarci nel Parco Naturale Regionale Bosco e Paludi di Rauccio Con la musica degli artisti di:WhatsApp_Image_2021-09-13_at_20.42.53
 

"TRANSALENTO"
Kavita Soni voce
Gianluca Milanese bansuri, flauto, flauto contralto
Andrea Presa didjeridoo

 

WhatsApp_Image_2021-09-13_at_20.42.54Musica incantatrice, ammaliante, liberatoria. Tutto quello che Transalento suona intende sciogliere le menti e i corpi, allargare i confini musicali e offrire momenti di distacco, di abbandono.
Per far questo ogni cosa, durante i concerti, viene elaborata e vissuta come fosse un rito, con una sua simbologia, un suo ritmo peculiare, una sua insistenza, un sottile gioco di dinamiche.
I musicisti partecipano a una celebrazione che è intensa, autentica, al di fuori del tempo e dello spazio.
Cosicché anche il pubblico, immerso in un’atmosfera sognante, si lascia accompagnare da un inconfondibile sound nel viaggio di Transalento.
Sabato 25 settembre 🕕 Dalle 18.00
Si comunica che il concerto è stato annullato
La Prenotazione e' obbligatoria
ℹ️📲info e prenotazione: 329/6237520; 388/1803302
Oppure presso il negozio GreenSmile In via Cicerone ,Lecce

Posti limitati secondo normativa AntiCovid
Contributo 10 Euro a sostegno delle attività del WWF Salento
Campagna di tesseramento 2021
 

Franco Tommasi in “Carosello Napoletano”
Sabato 11 settembre Masseria Rauccio (Lecce)

Lo spettacolo proposto  Franco Tommasi ha titolo "2021-09-04_at_09.41.29Carosello Napoletano” ed è ispirato all’omonimo film del regista Ettore Giannini, vincitore del Prix International al Festival di Cannes 1954.

Nel film, Salvatore Esposito, un cantastorie sfrattato, se ne va in giro per Napoli con la sua numerosa famiglia tirando un carretto che contiene tutte le sue cose. Questo è il filo conduttore che lega gli episodi del film, una sorta di rievocazione in chiave musicale della tormentata storia della città attraverso i secoli, dalle dominazioni francesi e spagnole, a quelle inglesi e americane.

Franco Tommasi eseguirà una selezione dei brani musicali rappresentati nel film alternandoli con racconti e notizie sugli artisti che in vari modi hanno contribuito all’opera cinematografica.
Posti limitati secondo normativa AntiCovid
Contributo 10 Euro a sostegno delle attività del WWF Salento
Campagna di tesseramento 2021
ℹ 📲: 329/6237520; 388/1803302


PER LA RASSEGNA "𝑳𝒂 𝑭𝒐𝒓𝒆𝒔𝒕𝒂 𝒓𝒂𝒄𝒄𝒐𝒏𝒕𝒂" UN’ESPERIENZA SURREALE ED ESILARANTE
CON “𝐔𝐍 𝐆𝐈𝐎𝐑𝐍𝐎 𝐂𝐎𝐌𝐄 𝐔𝐍 𝐀𝐋𝐓𝐑𝐎” CON  L’ATTORE 𝑺𝒊𝒎𝒐𝒏𝒆 𝑻𝒂𝒏𝒈𝒐𝒍𝒐

Per la rassegna "𝑳𝒂 𝑭𝒐𝒓𝒆𝒔𝒕𝒂 𝒓𝒂𝒄𝒄𝒐𝒏𝒕𝒂" 🌳 ci attende una nuova 🚶‍♂️🚶‍♀️“esplorazione teatrale”, alla scoperta degli angoli più suggestivi della #𝐟𝐨𝐫𝐞𝐬𝐭𝐚𝐮𝐫𝐛𝐚𝐧𝐚 🌳🌱🐾con le Guide WWF🐼. Questa volta il nostro piccolo “agrumeto-teatro”🎭 ospita l’attore 𝑺𝒊𝒎𝒐𝒏𝒆 𝑻𝒂𝒏𝒈𝒐𝒍𝒐 per farci vivere un’esperienza surreale ed esilarante con

“𝐔𝐍 𝐆𝐈𝐎𝐑𝐍𝐎 𝐂𝐎𝐌𝐄 𝐔𝐍 𝐀𝐋𝐓𝐑𝐎”236528876_3009495572709798_4595169512969464735_n
Avete mai considerato un’aragosta?
Quando spegnete le luci per andare a letto, a cosa pensate prima di dormire?
La prima cosa che fate quando vi svegliate qual è?
Odiate le domande di questo tipo? Se si, perché?
Perché è un’altra domanda?

“Un giorno come un altro” è una serata con un amico che vi tempesta di domande. Che vi racconta cose. Che non vi fa andare a casa perché ancora noi vi ha detto tutto. Che gli vengono in mente le cose man mano che ne parla e poi si dimentica cos’è che voleva dirvi. Non è né allegra né triste. Non si gioca. Non si fa davvero. E poi il vino lo porta sempre e comunque lui.”
𝐕𝐞𝐧𝐞𝐫𝐝𝐢̀ 𝟑 𝐒𝐞𝐭𝐭𝐞𝐦𝐛𝐫𝐞 Dalle 17.30 Prenotazione obbligatoria attraverso il sito 𝙬𝙬𝙬.𝙛𝙤𝙧𝙚𝙨𝙩𝙖𝙪𝙧𝙗𝙖𝙣𝙖.𝙞𝙩
Posti limitati secondo normativa AntiCovid
Contributo 10 Euro a sostegno delle attività del WWF Salento
Campagna di tesseramento 2021
ℹ 📲: 329/6237520; 388/1803302


Aperte le iscrizioni al laboratorio "Naturalmente... Musica!

"È impossibile pensare al ritmo senza immaginare un corpo in movimento" (J. Dalcroze)

WhatsApp_Image_2021-08-20_at_11.33.53
Dopo la pausa dall'afa estiva🌞🥵 ricominciamo a vivere la Natura con il laboratorio di Ritmica Dalcroze "Naturalmente... Musica!" , a cura del Centro di Educazione Ambientale WWF di Rauccio🐼 con Sara Leo, pianista, specializzata in Didattica Musicale e Ritmica Dalcroze. Il laboratorio musicale sarà accompagnato da attività di educazione ambientale proposte dalla Guida Gae/WWF Daniela Palma e da un laboratorio di creazione di strumenti musicali con materiali di recupero. 
🎶 Le attività consentiranno ai bambini di accedere al linguaggio musicale in maniera spontanea, attraverso un approccio ludico - espressivo secondo i principi della Metodologia Dalcroze che riconosce il movimento come tramite per un'interiorizzazione creativa ed espressiva della musica. Vivranno questa esperienza immersi nella Natura, che oggi, più di sempre, necessita attenzione e protezione. 🎵 

🗓️Cominceremo a partire da sabato 4  settembre, 11 e 18 per tre appuntamenti, al mattino, dalle 9.00 alle 13:00. Vi aspettiamo! 
Il laboratorio, con prenotazione obbligatoria, è rivolto a bambini di 4 e 5 anni e sarà dalle ore 9.00 alle 13.00 presso il CEA WWF del Parco di Rauccio con la collaborazione dell'ente di gestione del Parco
ℹ️ Per info :
📧salento@wwf.it
📱Sara 3286346887
📱Daniela 3881803302

Nel Salento brucia storia, paesaggio e biodiversità

L’intero Salento, pur mortificato da un bassissimo indice di naturalità (dati Istat), è stato un mosaico verdeWhatsApp_Image_2021-07-03_at_16.46.16, pur molto fragile, dove oliveti, frutteti, seminativi e orti componevano con i litorali sabbiosi e rocciosi un paesaggio straordinario. Un paesaggio impreziosito da macchie, piccoli boschi, pinete, garighe e dalle ultime aree umide costiere e che rispecchiava, nel bene e nel male, la storia e la cultura millenaria del territorio.

Oggi, l’ecosistema del Salento è piombato in una sorta di inferno dantesco. Morte, desolazione e un degrado spaventoso.
È sconcertante vedere i tanti, tantissimi che affollano le spiagge e a pochissima distanza la proliferazione di piccole e grandi discariche di rifiuti e l’accendersi di continui e spaventosi incendi dell’entroterra. 

Alle pinete, macchie e incolti, oggi mani ingrate e criminali, senza etica e scrupoli, bruciano oliveti disseccati dalla Xilella. È il risultato anche di scellerate scelte e decisioni politiche come l’approvazione della legge 52/2019 (“Disposizioni per la ricostituzione dell’attività agricola nelle aree colpite da Xylella”), con cui si disponeva che si potessero riconvertire gli uliveti estirpati o bruciati, senza dover sottostare ai nulla osta paesaggistici della Sovrintendenza, obbligatori per legge.

Che WhatsApp_Image_2021-07-03_at_15.04.00fosse sbagliato quest’approccio l’ha sancito la recente sentenza della Corte costituzionale (sentenza n.74 del 2021), che ha dichiarato costituzionalmente illegittime quelle disposizioni legislative – in particolare l’articolo 26, che permetteva, per la ricostituzione dell’attività agricola nelle aree colpite dalla Xylella, l’esonero dalla richiesta dell’autorizzazione paesaggistica e l’attività di impianto di qualsiasi essenza arborea in deroga ai vincoli paesaggistico colturali: questa disposizione, dice la Corte Costituzionale, vìola l’articolo 117, secondo comma, lettera ‘s’ della Carta, che affida alla competenza legislativa esclusiva dello Stato la tutela dell’ambiente e dell’ecosistema. La Puglia e il Salento non meritano tutto questo. È necessario un piano straordinario, urgente e indifferibile, di rigenerazione agro-ambientale, paesaggistica, economica e culturale a partire dalle scuole che interessi non solo il Salento ma l’intera regione.

Contiamo su un ripensamento radicale della politica del territorio in cui diventa indispensabile la partecipazione dei cittadini (soprattutto dei giovani) e delle associazioni, per un grande progetto di coinvolgimento della comunità superando i localismi e sterili contrapposizioni.
 

Iscriviti al WWF - Più siamo più natura salviamo ....

Per iscriverti al WWF vieni a trovarci durate gli eventi, le visite o le attività educative e chiedi ai volontari dell'associazione di sottoscrivere la tessera, oppure puoi effettuare la tua iscrizione presso il negozio GreenSmile a Castromediano (LE).originalPuoi dare il tuo aiuto, grande o piccolo che sia, per continuare a “proteggere il tuo futuro, il futuro del tuo territorio e delle generazioni future”

IL NOSTRO PIANETA È IN PERICOLO E NOI DOBBIAMO AGIRE ORA
Con la tua tessera socio (quota 30,00 euro), sarai al nostro fianco nelle principali battaglie per la difesa dell’ambiente e del nostro Pianeta: dalla difesa di specie in via d’estinzione, alle azioni necessarie per fermare la crisi climatica, fino allo sviluppo di progetti per restaurare habitat preziosi che rischiamo di perdere per sempre. Il WWF è la più grande organizzazione per la difesa dell’ambiente nel mondo: siamo imparziali e indipendenti e, grazie ai nostri sostenitori, le nostre azioni di conservazione hanno un enorme impatto.
ENTRA ORA NEL MONDO DEI SOCI JUNIOR WWF
Grazie alla tessera Socio Junior (quota 24,00 euro) i bambini fino a 14 anni potranno entrare in un mondo pieno di sorprese e curiosità in cui possono imparare di più sulle specie animali che popolano il nostro pianeta, il mondo che li circonda e le principali questioni ambientali della nostra epoca. Grazie alla tessera Socio Junior, invieremo ai nostri piccoli sostenitori 4 numeri l’anno di Panda Junior, la nostra rivista pensata per i piccoli amici della natura piena di curiosità, giochi ed esperimenti per scoprire la natura e il nostro pianeta. Scegli per un bambino a cui tieni l’iscrizione Socio Junior: entrerà a far parte di un movimento globale di piccoli amanti della natura che vogliono salvare il nostro Pianeta.

L'EVENTO "TANGO NELLA FORESTA " DEL 17 LUGLIO PUBBLICATO SU QUISALENTO ,
CHE RINGRAZIAMO TANTO PER LA PROFESSIONALITÀ E DISPONIBILITÀ È STATO ANNULLATO.

VI ASPETTIAMO PER I PROSSIMI MAGICI APPUNTAMENTI DELLA NOSTRA RASSEGNA "LA FORESTA RACCONTA ".


LA FORESTA RACCONTA…Storie di metamorfosi
WhatsApp_Image_2021-05-19_at_10.36.26

PRENOTA EVENTO


La Foresta Urbana di Lecce apre il suo scrigno segreto con la rassegna “La foresta racconta” una triade di appuntamenti in cui l’escursione naturalistica si fonde con le arti performative.

Si parte il 5 giugno con “Storie di metamorfosi”, esplorazione guidata della foresta impreziosita dai racconti di Ilaria Carlucci, attrice e autrice che condurrà i viandanti nel mito di Dafne, la ninfa che per sfuggire al dio Apollo si tramuta in albero d’alloro, cambia corpo e come farfalla vive di nuova vita, riconnettendosi a ciò che più ama: il bosco.

Il mito ci immerge così nella storia della foresta: sotto la superfice del suolo le radici di tutte le specie vegetali sono connesse, tra loro avviene uno scambio di nutrimento. Questa rete è il fondamento che porta il bosco verso l’alto, verso la sua evoluzione e maturazione.

La foresta si racconta anche attraverso il corpo danzante di un performer, Alberto Cacopardi, che condurrà i visitatori all’attraversamento della selva, in ascolto gentile di tutta la segreta vita che la abita.

LA FORESTA RACCONTA…Storie di metamorfosi
narratrice Ilaria Carlucci / performer Alberto Cacopardi - incursioni musicali di Gianluca Milanese



POSTI LIMITATI, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA. INIZIO ESCURSIONE NARRATA ORE 18.00

PRENOTA EVENTO




La pandemia Covid non ferma i 'cittadini scienziati':
torna la City Nature Challenge, il censimento della biodiversità urbana

La pandemiaLOGO_Cluster_Biodiversita_PNG_trasparente non ferma la natura. E non ferma anche i cittadini scienziati: dal 30 aprile al 3 maggio, infatti, si terrà la nuova edizione della City Nature Challenge, una iniziativa internazionale di registrazione delle osservazioni naturalistiche di flora e fauna selvatica. L’iniziativa è nata inizialmente come sfida tra San Francisco e Los Angeles nel 2016 grazie alla California Academy of Sciences e il Natural History Museum di Los Angeles.citydef_dol_05

All’edizione 2021 parteciperanno più di 350 città di 38 Paesi. In Italia l’iniziativa coinvolge varie città che aderiscono al “Cluster Biodiversità Italia” così composto: Trinitapoli, con ente CEA- Casa di Ramsar; Bari, con ente WWF Levante Adriatico; Cisternino, con ente Antropia Associazione - CEA Cisternino; Lecce, con ente WWF Salento; Manduria, con ente Riserve naturali regionali orientate del litorale tarantino orientale; Taranto, con ente WWF Taranto; Milazzo, con ente MuMa – Museo del Mare; Catania, con ente Ente Fauna Marina Mediterranea; Napoli, con ente Città della Scienza; Massa Lubrense con ente Area Marina Protetta di Punta Campanella; Procida, con ente Area Marina Protetta del Regno di Nettuno; Portofino, con ente Outdoor Portofino; Trento, con ente MUSE – Museo delle Scienze; Trieste, con ente WWF Trieste; Bolzano e Brunico, con ente Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige.


“Partecipare è semplice - spiegano i coordinatori del cluster, Antonio Riontino e Alessandra Flore, responsabile del dipartimento di Scienze naturali del Cesab (Centro ricerche in scienze ambientali e biotecnologie) - nei giorni della challenge puoi esplorare il territorio in cui vivi, o prendere parte alle escursioni in natura organizzate dagli enti, scattando foto della flora e fauna selvatica con il tuo smartphone o con la tua fotocamera digitale” Le foto così raccolte possono essere caricate sulle 2 piattaforme, iNaturalist o Natusfera, e dal 4 al 9 maggio, con l’aiuto degli esperti naturalisti e scienziati di tutto il mondo, saranno identificate le specie fotografate. Il 10 maggio saranno annunciati e pubblicati i risultati a livello mondiale sul sito ufficiale citynaturechallenge.org

Il WWF Italia, il WWF Young, l’Aigae (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche), e l’AFNI (l’Associazione Fotografi Naturalisti Italiani) con i loro gruppi locali, contribuiranno a raccogliere dati sulla biodiversità, nelle città aderenti all’iniziativa.

“Questo progetto di citizen science, letteralmente scienza dei cittadini – spiega Alessandra Flore – permette di raccogliere dati utili ai naturalisti per la ricerca scientifica, in quanto la biodiversità rappresenta un patrimonio di inestimabile ricchezza, la cui tutela e conservazione sono essenziali per la sopravvivenza dell’umanità”

“La City Nature Challenge - continua Antonio Riontino - diventa un’occasione per conoscere flora e la fauna che popola le nostre città, in ambiente marino e terrestre, ed essere protagonisti di un progetto di ricerca scientifica”.

L’iniziativa ha il patrocinio di diverse istituzioni tra cui il Ministero della Transizione Ecologica, ISPRA, Federparchi-Europarc, ed altri; con il Cesab che è lead partner del progetto.

Brochure informativa City Nature Challenge 2021
istruzioni APP per raccogliere osservazioni naturalistiche per la City Nature Challenge
istruzioni SITO  per raccogliere osservazioni naturalistiche per la City Nature Challenge


“Più trasparenza di informazione, partecipazione e confronto con i cittadini su tutte le opere,
più qualità dei progetti e rafforzamento della macchina amministrativa”

ECCO IL MANIFESTO PER IL DIBATTITO PUBBLICO SULLE OPERE DELLA TRANSIZIONE ECOLOGICA

Promosso da Legambiente, Greenpeace, WWF, Acli, ActionAid, Arci, Casa Comune, Cittadinanzattiva, Fridays for future, Gruppo Abele, Libera, Link Coordinamento Universitario, Rete della Conoscenza, Unione degli Studenti

Per accelerare la transizione energetica nella Penisola e sbloccare i cantieri occorre scommettere su trasparenza delle informazioni e qualità dei progetti in modo da poter garantire un confronto serio che consenta di affrontare e risolvere i problemi, ridimensionando lo spazio per il “nimby” dei cittadini (not in my backyard, ossia non nel mio giardino), il “nimto” degli eletti (not in my terms of office, non nel mio mandato) e quello per le fake news. Per questo è fondamentale mettere in campo le seguenti azioni: garantire in primis il dibattito pubblico su tutti i progetti di opere nel nostro Paese, compresi quelli della transizione ecologica, attraverso una procedura che permetta di stabilire tempi certi e il diritto dei cittadini ad essere informati, a potersi confrontare sui contenuti dei progetti, ad avere risposta rispetto alle preoccupazioni ambientali e sanitarie. Rivedere la normativa sul Dibattito pubblico (DPCM 76/2018, Allegato 1) e sull’Inchiesta pubblica (articolo 24.bis, Decreto Legislativo 152/2016). Senza dimenticare di rafforzare la macchina amministrativa di determinati settori, che deve essere in grado di istruire ed esaminare nel dettaglio e con competenze specifiche i progetti, nonché di relazionarsi con i portatori di interesse. 

È questo in sintesi il cuore del Manifesto per il dibattito pubblico sulle opere della transizione ecologica promosso da Legambiente, Greenpeace, WWF, Acli, ActionAid, Arci, Casa Comune, Cittadinanzattiva, Fridays for future, Gruppo Abele, Libera, Link Coordinamento Universitario, Rete della Conoscenza, Unione degli Studenti e che verrà inviato al Presidente del Consiglio Mario Draghi e ai ministri che si occuperanno del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza a partire da Roberto Cingolani (ministro della transizione ecologica) ed Enrico Giovannini (ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili). Nel Manifesto le 14 associazioni ricordano che in Italia l’informazione dei cittadini e la partecipazione ai processi decisionali per l’approvazione di progetti non è garantita. Nella scorsa legislatura è stata approvata la procedura di dibattito pubblico per le nuove opere pubbliche ma l’iter di attuazione si è completato solo da pochi mesi e le soglie dimensionali previste per far scattare l’obbligo sono troppo elevate, per cui non si applica neanche per i progetti di autostrade, centrali a gas, elettrodotti o gasdotti. Non solo, lo scorso anno con il Decreto semplificazioni in considerazione dell’emergenza pandemica si è data la possibilità di derogare fino al 2024 dalla procedura di dibattito pubblico. Inoltre, l’inchiesta pubblica per i progetti sottoposti a valutazione di impatto ambientale, prevista per Legge, non è mai stata applicata perché manca il regolamento attuativo e in ogni caso non è obbligatoria.

“L’errore – spiegano le associazioni firmatarie del Manifesto - sta nel pensare che sia proprio la partecipazione a rallentare l’iter delle opere quando piuttosto è il contrario. I progetti fatti bene hanno tutto da guadagnare da un confronto pubblico che permetta di spiegare le scelte, di rispondere a dubbi e domande, di approfondire gli aspetti ambientali e paesaggistici. Realizzare questo confronto prima dell’inizio della procedura di Via consente di affrontare le questioni aperte e di chiedere ai proponenti di dare seguito alle richieste di analisi più approfondite o di presentare alternative. In modo che alla fine dell’iter di confronto pubblico e di valutazione ambientale il decisore politico abbia tutte le informazioni necessarie a prendere una decisione sull’opera”.

C’è poi il problema dei tempi di approvazione delle opere che in Italia dipende spesso dalla scarsa qualità di molti progetti presentati. L’iter di valutazione ambientale è spesso rallentato, costretto a fermarsi perché mancano analisi, non si è proceduto al vaglio comparativo delle alternative a minore impatto e all’Analisi Costi Benefici anche dal punto di vista ambientale e sociale o i progetti sono redatti in modo del tutto inadeguato. Se non si interviene per garantire progetti completi e approfonditi, si ritarda il lavoro delle commissioni di valutazione anche per i progetti più urgenti e fatti bene.

“L’Italia – concludono le associazioni - ha uno straordinario bisogno di accelerare nella direzione della decarbonizzazione del proprio sistema energetico e di una gestione circolare delle risorse naturali. Questa sfida presuppone di installare milioni di impianti solari sui tetti degli edifici, di realizzare migliaia di impianti da fonti rinnovabili e di riciclo, centinaia di impianti di depurazione integrati nel territorio e nel paesaggio italiano. Oltre semplificare e velocizzare l’iter autorizzativo dei progetti green, sarà importante coinvolgere sempre di più i territori, non si perda dunque questa importante occasione”.


Roma, 16 aprile 2021
 

Presentato dalle associazioni WWF Salento ed Italia Nostra Sezione Sud Salento alla riunione del Comitato esecutivo della Consulta Ambientale della Provincia di Lecce del 09 aprile 2021 il

Documento di indirizzo sugli impianti eolici di grande taglia nel Salento

La proposta, da perseguire con fermezza, di riprendere ed aggiornare con urgenza, alla luce del PEAR approvato e del suo aggiornamento, il “Programma di intervento per la promozione delle fonti rinnovabili e del risparmio
energetico”, approvato con Deliberazione di Consiglio Provinciale di Lecce n. 36 del 23.04.2004. Detto Programma potrà raccogliere e aggiornare le stime sulla potenza eolica potenzialmente installabile in aree idonee, in grado secondo qualificati studi preliminari di coprire ampiamente il fabbisogno elettrico dell’intera provincia di Lecce senza intaccare altro suolo. E' necessario uscire dalla logica della produzione di energia elettrica come merce soggetta alle sole leggi del mercato: l’energia elettrica va considerata invece un “bene comune”, alla stessa stregua dell’acqua e dell’aria, da produrre per soddisfare ben precise esigenze di copertura dei consumi. Risulta oltremodo ricordare che la fonte energetica più pulita e conveniente resta il risparmio, l’efficienza e l’uso razionale dell’energia.

Leggi il documento completo
 


Festa degli alberi con il WWF Salento 21 novembre 2020

Il WWF Salento da anni organizza la "Festa degli Alberi", per promuovere non solo all'incremento e la valorizzazione del patrimonio verde e della biodiversità, ma anche il valore della coesione sociale, intergenerazionale e interculturale. Legata a collaborazioni con scuole e associazioni culturali (spesso di promozione sociale) la festa degli alberi del WWF Salento mostra il forte impegno per la cura e gestione dei nostri amici verdi. Leggi l'articolo sul sito del WWF Italia.

No126933155_2805933916399299_3865450198521383203_onostante le grandi difficoltà dovute alla normativa Covid il WWF Salento ha invitato soci, volontari e simpatizzanti a fare qualcosa di concreto per la tradizionale "Festa degli Alberi" . Con una particolare attenzione  al coinvolgimento dei piccoli si è iniziato a mettere  a dimora alberi ed arbusti anche negli spazi privati.
 Un grande abbraccio a tutti coloro che si impegnano, anche con piccoli gesti come questi,  a contribuire a migliorare l'ambiente non solo in questa occasione ma nel proprio quotidiano.


ESCURSIONE ALLA SCOPERTA DELLA BIODIVERSITà DEL PARCO DI RAUCCIO
I LICHIENI
WhatsApp_Image_2020-07-24_at_17.48.48

Sabato 26 settembre "Scopriamo l'affascinante mondo della lichenologia".


Un nuovo Appuntamento ricco di fascino alla scoperta della Biodiversità del parco, accompagnati dal prof. Durini, esperto in Licheni.
Un evento a cui non si può mancare!!
 

Si accede su prenotazione.
Contributo visita guidata 7 euro comprensivo di assicurazione.
Info e prenotazioni 3392742742 per prenotare clicca qui

 

MUSICA E NATURA...II concerto nella FORESTA URBANA di Lecce - giovedì 30 luglioWhatsApp_Image_2020-07-24_at_17.48.48

Per la rassegna I Concerti della Foresta con la direzione artistica di Angela Colonna e Gianluca Milanese il WWF Salento presenta
 

SOMAR, DAL POZZO DEL FLAMENCO

con Antonio Ramos chitarra, basso e voce

 

giovedì 30 luglio (posti limitati obbligatorio prenotarsi sul sito https://www.forestaurbanalecce.it/prenotazione.html:
ore 18.30 visita guidata della Foresta Urbana
ore 20.00 concerto "SOMAR, DAL POZZO DEL FLAMENCO"


Si accede su prenotazione.
Contributo visita guidata 3 euro, contributo concerto 8 euro.
Info e prenotazioni 3296237520 - 3392742742.
www.forestaurbanalecce.it
 

MUSICA E NATURA...concerto nella FORESTA URBANA di Lecce - giovedì 23 luglio

Sabato_31_agostoPer la rassegna I Concerti della Foresta con la direzione artistica di Angela Colonna e Gianluca Milanese il WWF Salento presenta
 

HOMO FABER...omaggio a Fabrizio De Andrè
con Massimo Donno (voce, chitarra) e Gianluca Milanese (flauto). 
 

giovedì 23 luglio (posti limitati obbligatorio prenotarsi sul sito https://www.forestaurbanalecce.it/prenotazione.html:
ore 18.30 visita guidata della Foresta Urbana
ore 20.00 concerto "Homo Faber"


Si accede su prenotazione.
Contributo visita guidata 3 euro, contributo concerto 8 euro.
Info e prenotazioni 3296237520 - 3392742742.
www.forestaurbanalecce.it


Fotografa la “natura dalla finestra” e fai vincere la tua città

Scatta, raccogli e condividi

da venerdì 24 a lunedì 27 Aprile

City Nature Challenge, la competizione amichevLocandina_CNC_2020ole e internazionale che vede sfidarsi diverse città nel mondo nella raccolta di immagini e informazioni sulla biodiversità del proprio territorio, cambia modalità ma non si ferma.  
Lo scorso anno, centinaia di persone in tutto il mondo hanno scandagliato passo passo la propria città, alla ricerca di piante e animali di ogni specie. Da soli o in gruppi organizzati, complice il risveglio della natura con la primavera, sono stati fotografati infiniti esemplari ampliando così la conoscenza sulla biodiversità presente in città.  
Per questa seconda edizione, a causa delle necessarie restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, le partecipate escursioni all’aperto in stile “Bio-Blitz” non sono possibili ma, i veri amanti della natura sanno sempre dove scovarla e la particolare competizione, proprio per questo, diventa ancora più ardua e stimolante.

Balconi e verande, CITY_NATURE_LECCEaiuole all’angolo della propria casa o alberi davanti alla finestra, ostinate piante che crescono tra le crepe dei muri esterni, il vaso di geranio sul davanzale, è tutto valido. Anche questa è “Natura in città”, anche così è possibile rilevarne il livello di biodiversità, prenderne coscienza e, magari, adottare buone pratiche per incrementarla.

In Italia, a contendersi la vittoria, oltre a Bolzano, Merano, Ostuni, Cisternino, Trinitapoli, Napoli, Trento, Catania, Taranto, Trieste, Massa Lubrense, c’è anche Lecce che, grazie al coordinamento del WWF Salento, chiama a raccolta gli amanti della natura per prendere parte ai “Bio-Blitz”, quest’anno, in versione “dalla finestra”. 

La competizione, promossa dal Museo di Storia naturale di Los Angeles e dall’Accademia delle scienze della California nell’ambito della Citizen Science, prevede di scattare quante più foto possibili di qualsiasi tipo di specie vivente, utilizzando l’applicazione Natusfera così da caricare e condividere le osservazioni che, in seguito, verranno vagliate da una giuria competente. 

L’appello è dunque rivolto a tutti i leccesi, che potranno caricare le proprie foto sull’applicazione Natusfera da venerdì 24 a lunedì 27. Dal 28 Aprile al 3 Maggio si procederà all’identificazione delle specie mentre il 4 Maggio verranno comunicati i risultati. 

Il WWF ITALIA e GREEN SMILE di Catromediano (Lecce) hanno reso disponibili alcuni premi, che saranno assegnati a livello nazionale, ai cittadini più attivi ed entusiasti
Per scaricare l’applicazione Natusfera: https://natusfera.gbif.es/ 
Per unirsi al gruppo di Lecce: https://natusfera.gbif.es/projects/cluster-italia-lecce-cnc-2020
Cluster Italia CNC: https://www.facebook.com/clusteritalia.citynaturechallenge/

Brochure con le istruzioni per partecipare: NATURA_DALLA_FINESTRALECCE - Locandina

Per info: 3341777886 (Daniele)  - Seguici sulla nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/wwfsalento/ 
#naturadallafinestra        #lanaturanonsiferma


Il WWF Salento per la Giornata della Terra 22 aprile 2020

Nata come movimento universitario nel 1970  la Giornata della Terra (Earth Day) è diventata col tempo la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’occasione in cui milioni di cittadini si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia.WhatsApp_Image_2020-04-22_at_10.12.40

È un importante avvenimento per (ri)mettere in evidenza le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, l’esaurimento delle risorse non rinnovabili quali petrolio, carbone e gas naturali. Oggi più che mai emerge la consapevolezza degli effetti negativi di molte attività dell’uomo e si invocano urgenti soluzioni di impronta ecologista quali il riciclo dei materiali, l’uso attento delle risorse naturali, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la fine della distruzione di habitat fondamentali come i boschi, le zone umide la protezione delle specie minacciate di estinzione.

Il WWF lancia lo slogan molto attuale: “Non possiamo essere sani in un pianeta malato”. Esiste un legame strettissimo tra le malattie che stanno terrorizzando il pianeta e le dimensioni epocali della perdita di natura. Molte delle malattie emergenti come Ebola, Aids, Sars, Influenza Aviaria, Coronavirus, non sono catastrofi del tutto casuali, ma conseguenza indiretta del nostro impatto sbagliato sugli ecosistemi naturali.

L’effetto boomerang della distruzione degli ecosistemi non è costituito solo da pandemie di tipo sanitario, ma produce impatti devastanti anche sulle economie mondiali con effetti gravi sulle popolazioni e sulle istituzioni che non è difficile immaginare. Ce n’è abbastanza per riflettere tutti insieme nel corso dell’Earth Day e aumentare il nostro impegno per adottare comportamenti in armonia con la natura.

Seguici sulla nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/wwfsalento/
 

WWF: IL 28 MARZO “UN’ORA PER LA TERRA, UN’ORA PER L’ITALIA”

L’EVENTO GLOBALE DEL WWF SUL CLIMA DIVENTA UNA GRANDE MOBILITAZIONE DIGITALE

“DIFENDERE LA SALUTE DEL PIANETA SIGNIFICA DIFENDERE LA SALUTE DELL’UMANITÀ”

Sabato 28 marzo alle ore 20,30 torna Earth Hour, l’evento globale del WWF che da un lato mira a sensibiliearth_hour_formato_per_banner_450x300zzare l’opinione pubblica sulla crisi climatica e il riscaldamento globale attraverso lo spegnimento per un’ora dei principali monumenti a livello globale, e dall’altro punta a coinvolgere direttamente i cittadini attraverso un gesto semplice e concreto: spegnere la luce della propria abitazione per un’ora.
Earth Hour 2020 arriva però in un momento particolare, fortissimamente caratterizzato dall’emergenza legata al contagio da Covid-19 che impone a tutti i cittadini italiani e a quelli di moltissimi altri paesi misure di sicurezza straordinarie così come richiesto dai governi.

L’Ora della Terra quest’anno sarà diversa dal solito. Purtroppo, non potranno esserci piazze gioiose ed eventi popolari ma ci sarà comunque una voce forte che chiede di invertire la rotta puntando con decisione la nostra prua verso un futuro sostenibile. La parola chiave di Earth Hour quest’anno è “insieme”. Insieme possiamo vincere la sfida che il nostro Paese, con tutto il Pianeta sta affrontando contro una emergenza sanitaria senza precedenti. Insieme possiamo lottare contro il cambiamento climatico in atto che mette in pericolo la salute della terra così come la nostra salute di esseri umani. Insieme possiamo chiedere alle istituzioni, all’economia e agli individui un’assunzione di responsabilità verso il futuro.

Per questa ragione il WWF Italia ha deciso di trasformare la consueta festa di piazza in una grande attivazione digitale che punta a coinvolgere quanti più cittadini possibile nella lotta al cambiamento climatico. Dalla salute del Pianeta, infatti, dipende la salute dell’umanità e quindi anche la nostra salute. Così come ha messo in luce l'ultimo report (Pandemie, l’effetto Boomerang della distruzione degli ecosistemi) del WWF Italia la relazione tra la perdita di Natura e le epidemie è fortissimo e il cambiamento climatico in atto sono tra le principali cause di perdita di biodiversità. Difendere la salute del pianeta significa quindi difendere la nostra salute e il nostro benessere futuro.

“UN’ORA PER LA TERRA, UN’ORA PER L’ITALIA” È questo il titolo che il WWF Italia ha voluto dare alla maratona di spegnimenti che caratterizzerà la giornata del 28 marzo e al quale tutti i cittadini possono partecipare postando sui propri profili social il video della propria giornata per il clima con gli hastag #EarthHour #UnOraPerItalia.
Alla maratona parteciperanno tanti amici del WWF, più o meno noti, che non faranno mancare il proprio sostegno ad una causa importantissima per il futuro del Pianeta e per il futuro dell’umanità. Un messaggio di speranza per superare al più presto questo momento di grande difficoltà per il nostro Paese e contribuire tutti insieme a difendere la salute del nostro Pianeta. 

COSA AVVIENE IL 28 MARZO. Dalle prime ore della mattina sui canali web e social del WWF Italia con gli hashtag #EartHour #UnOraPerItalia saranno trasmesse foto e video degli spegnimenti dei luoghi simbolo delle principali città del mondo. Nel corso dell’intera giornata agli spegnimenti si alterneranno contributi musicali di noti oartisti e musicisti italiani che interpreteranno brani (propri o cover) ispirati alla natura. Una vera e propria “staffetta” di artisti con i loro diversi generi musicali, sarà al fianco del WWF.

Per i salentini che vogliono partecipare all'iniziativa possono condividere le loro foto e i loro video anche sulla nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/wwfsalento/

 

"URBAN NATURE 2019" - sabato 5 e domenica 6 ottobre 2019
Con il WWF per dare spazio alla biodiversità in città

Anche a Lecce la terza edizio400x300_urbannature_1ne di “Natura in città”, manifestazione che si propone di generare un modo nuovo di pensare agli spazi urbani, dando più valore alla natura e promuovendo azioni virtuose da parte di amministratori, comunità, cittadini, imprese, università e scuole per proteggere e incrementare la biodiversità in città.

L’iniziativa, che si svolge su tutto il territorio nazionale, approda a Lecce con il WWF Salento. L’intento è quello di far scoprire, e riscoprire, a famiglie, bambini, giovani, studenti universitari, appassionati di natura, pubblico che frequenta i parchi, turisti, oltre ad angoli di verde dimenticati o dati per scontati, anche luoghi in cui si stanno implementando azioni concrete di difesa della natura.
“Urban Nature” a Lecce si svolgerà secondo il seguente programma:
Sabato 5 ottobre ore 10 presso l’Orto Botanico del Salento
Il WWF Salento, in collaborazione con la Fondazione per la gestione FORESTA_URBANA5dell’Orto Botanico Universitario (https://www.facebook.com/ortobotanicosalento/), propone un’iniziativa per sensibilizzare alla cura del verde in città. I volontari dell’associazione, affiancati da esperti botanici e agronomi, condurranno i partecipanti lungo un “percorso verde” per prendere coscienza della bellezza della natura e dell’importanza della biodiversità tra il grigiore della città.
- ore 10-11.30 il botanico Piero Medagli condurrà i partecipanti alla scoperta di uno dei più importanti polmoni verdi della città di Lecce, illustrandone la flora spontanea e gli habitat;
- ore 11.30 Fabio Ippolito, agronomo, responsabile tecnico-scientifico dell’Orto Botanico, presenterà presso la “Casina dell’Orto” una breve relazione illustrata da diapositive dal titolo: “Dai Genesis al Terzo paesaggio. L’imprevedibile fuga in avanti delle piante aliene”.
- ore 12 con i volontari e attivisti del WWF verranno messi a dimora nell’orto sinergico alcuni giovani alberi di antiche cultivar di piante da frutto appartenenti all’agricoltura tradizionale salentina, dedicati agli anziani e ai bambini di Lecce, come invito simbolico a visitare e prendersi cura del loro Orto Botanico.
Domenica 6 ottobre oFORESTA_URBANA2re 10. Foresta Urbana di Lecce in via San Cesario
La Foresta Urbana apre, ancora una volta, ai visitatori che sempre più numerosi vengono a visitarla. Questa giornata è dedicata al “Giardino dei semplici” (e Orto didattico) della Foresta. Con i bambini, genitori e nonni saranno messe a dimora erbe aromatiche e officinali. Nel corso della mattinata “incursioni musicali” di Gianluca Milanese con brani ispirati alla natura (Vivaldi, Mozart, Haendel, …)
Il WWF Salento si adopera per la diffusione di tali pratiche, fornendo materiale informativo e attraverso molteplici iniziative a tema ambientale che insegnino, in particolare ai bambini e ai ragazzi delle scuole, come ritrovare l’equilibrio armonioso tra uomo e natura, e contribuire, insieme, a “salvare il pianeta” cominciando dai luoghi che ci circondano.

Info e contatti: 339/2742742 - 388/1803302 - 334/1777886 - salento@wwf.it
www.wwfsalento.it - www.forestaurbanalecce.it


Con gli "Impemeabili".... nella Foresta Urbana - sabato 31 agosto

Sabato_31_agosto Imperdibile occasione per visitare la Foresta Urbana con uno straordinario intervento del duo artistico Simone Tangolo e Beppe Salmenti gli "Impermeabili". Nel corso della serata sarà coferito all'artista Simone Tangolo il premio "Civilia Cultura". Se Volete vivere un momento magico, immersi in un'atmosfera unica, non potete perdere quest'occasione.. PRENOTATE posti limitati

ore 17.30 - Visita guidata alla scoperta della Foresta Urbana di Lecce
ore 18.30 - intervento teatrale e musicale degli Impermeabili (Simone Tangolo e Beppe Salmenti)

Ingresso con contributo libero a sostegno della foresta urbana, prenotazione obbligatoria 
Per info e prenotazioni: cell: 329.6237520 - 339.2742742 


 
 
I concerti della Foresta - domenica 26 Maggio

WhatsApp_Image_2019-05-16_at_20.08.15Torna la musica in foresta, questa volta un'eccezionale concerto degli alunni del Liceo Musicale di Casarano diretti dal Maestro Domenico Zezza, che con i loro archi si esibiranno nella magica atmosfera della Foresta Urbana di Lecce.
ore 9.30 - Visita guidata alla scoperta della Foresta Urbana di Lecce
ore 11 - Concerto degli alunni del Liceo Musicale di Casarano
               diretti dal M° Domenico Zezza
Programma:
Vivaldi - La primavera 1 Tempo
W. A. Mozart - Concerto in Sol Magg. K216 revisione per archi solista Mattia Stefano
Bach - Concerto doppio in re min. per due violini e orchestra d'archi solisti Sara Leopizzi e Mattia Stefano
Vivaldi -
L'estate dalle 4 stagioni Allegro Adagio Presto

Violini: Michelle Tà, Alessia Piceci, Sofia Ferilli, Eleonora Bruno, Claudia Dimo, Lucia Farina, Stefano Giaffreda, Eleonora Sansò,
Viola: Luca Fersino.
Celli: Gabriele Farina, Gaia Rizzo, Giorgia Causo.
Basso: Gabriele Vallo Violini

Solisti: Mattia Stefano, Sara Leopizzi.
Solista e direttore: M° Domenico Zezza.

 Per info: cell: 329.6237520 - 339.2742742 - salento@wwf.it 


City Nature Challenge 2019 - 27 e 28 aprile a Lecce


Partecipa con il WWF Salento al Cluster Italia - City Nature Challenge 2019 per scoprire insieme la biodiversità in città e concorrere alla comWhatsApp_Image_2019-04-16_at_11.16.30petizione internazionale che prevede di documentare con fotografie le piante e la fauna selvatica nelle città di tutto il mondo. Promosso dal Citizen science del Museo di Storia Naturale della Contea di Los Angeles (Lila Higgins) e dell’ Accademia delle Scienze della California (Alison Young) la competizione in stile Bio-Blitz, invita le città a gareggiare una contro l'altra con l’obiettivo di registrare il maggior numero di osservazioni naturalistiche, coinvolgendo il maggior numero di persone. Fra le sole 6 città italiane in gara c'è anche Lecce, dove nei giorni tra il 27-28 Aprile verranno organizzati Bioblitz, escursioni, attività divulgative, passeggiate in natura, passeggiate culturali urbane e tutte le attività possibili che offrono occasioni per fare osservazioni naturalistiche. CITY_NATURE

Come partecipare a City Nature Challenge 2019 ?
Puoi partecipare scattando quante più foto possibili di qualsiasi tipo di specie vivente che vedi nella tua città, utilizzando l’applicazione #Natusfera così da caricare e condividere le tue osservazioni. Con la partecipazione alla City Nature Challenge, non solo si impara di più sulla nostra natura locale, ma si può anche rendere la città un posto migliore - per tutte le specie viventi!

Il WWF Salento organizza: 
- Sabato 27 ore 10:00 con la collaborazione del Dott. Piero Medagli  del Dipartimento di Botanica Sistematica dell'Università del Salento bio blitz in via vecchia Carmiano, appuntamento in viale Grassi n. 1 (nelle vicinanze del negozio "Idrosud'). 
- Sabato 27 ore 16:00 con la collaborazione della guida Aigae Daniela Palma bio blitz in via vecchia Frigole, area Officine Knos e Coni 8appuntamento presso le Officine Knos).
- Domenica 28 ore 10:00 in collaborazione con Dott.ssa Rita Accogli dell' Orto Botanico dell'Università del Salento bio blitz nel Quartiere Leuca, area Parco Tafuro, Masseria Tagliatelle e Foresta Urbana (appuntamento nelle vicinanze del dog park di Parco Tafuro).
- Domenica 28 ore 16:00 con la collaborazione della guida Aigae Rosario Gatto bio blitz nell'area del Parco di Belloluogo e area del Cimitero Monumentale di Lecce (appuntamento in viale San Nicola nelle vicinanze dell'ingresso al parco di Belloluogo).

Info:
- Durata Bio Blitz: circa 2 ore  
- Indossare scarpe comode, portare una borraccia d'acqua e soprattutto uno smartphone e/o una macchina fotografica.

Per info: cell: 3392742742 - salento@wwf.it
 

EARTH HOUR 2019 - sabato 30 marzo a Lecce presso Porta San Biagio
Per l'Ora della terra spegni le Luci dalle ore 20:30 alle 21:30

Anche quest’anno si terrà Earth Hour,  il più grande evento globale che riunisce cittadini e comunità di tutto il Pianeta nella lotta ai cambiamenti climatici. locandina_EH_2019_copiaL’iniziativa è caratterizzata dall’estrema semplicità del gesto (spegnere una luce, un edificio, un monumento o un’intera città) che simboleggia la volontà di sentirsi uniti in una sfida che nessuno può pensare di vincere da solo, ma in cui contano le azioni di ognuno. La preoccupazione per il riscaldamento globale e per il ritardo della politica e dei Governi nell’affrontarlo, aumenta,  ma insieme aumenta la consapevolezza che tutti possiamo (e dobbiamo) essere protagonisti delle soluzioni.

Per un Pianeta vivente, vincere le grandi sfide della Natura e del Clima
FERMARE LA PERDITA DELLA BIODIVERSITA’ E
DIMEZZARE LE EMISSIONI CLIMALTERANTI A LIVELLO GLOBALE ENTRO IL 2030
Insieme è possibile. Earth Hour è un inno collettivo alla bellezza
e alla fragilità del Pianeta e un grido per fermarne la distruzione.

wwf_eh_2019_global_digital_assets_160x600_it Dalle ore 18,00 a porta San Biagio in collaborazione con Bar Astoria, Parco Naturale dell’Idume e Museo Faggiano - Lecce: 
- Stand informativo del WWF Salento con materiale divulgativo sulle tematiche ambientali, informazioni riguardo le attività che si svolgono sul territorio e laboratori con la costruzione di lanterne e altri manufatti con materiale povero e di recupero; 
- Esposizione di prodotti artigianali, etici e sociali a cura della "Sartoria Casa Francesco”  di Novoli della "Fondazione Emmanuel-Don Francesco Tarantini per le migrazioni e il sud del mondo";
- Postazione (banchetto dim. 2x2 mt) dell’Associazione “Ruotando” (Ciclofficina Knos) con assistenza tecnica gratuita a disposizione per piccoli interventi di manutenzione di bici;
- Esposizione di bici d’epoca;
- Un fantastico “baratto di biodiversità” con l’Ass. A.Di.P.A. (“Associazione di Diffusione di Piante fra Amatori”) ci si scambieranno semi e talee;
- Degustazione di miele e informazioni sull’affascinante società delle api e il ruolo determinante che hanno sull’ecosistema con l’azienda di apicoltura di Marco Faggiano; 
- Momenti d’arte: Annamaria Di Maggio (“Dima creazioni”): Donne e Natura.
• Durante lo spegnimento della piazza e di Porta S. Biagio (ore 20,30-21,30):
- “Incursioni musicali” del m° Gianluca Milanese (Flauto);
- Performance di Paola Turco con “Danza della Luce” (Raqs Al Shamadan) con la partecipazione di Claudio Capone;
- Istallazione mobile “ti dono un fiore” a cura di Barbara De Prezzo;
- Atmosfere di musica naturale realizzate dall’artista e ricercatore del “Tarantismo” Paolo Colazzo;
- Proiezione di audiovisivi su aspetti speleologici del Salento a cura del Gruppo Speleologico leccese “’Ndronico”; 
- Uno sguardo al cielo con “Guardiamo l’Universo” a cura dell’Associazione C.R.A. Lecce (Centro Ricerca Astronomiche Amatoriali).

Per info: cell: 3392742742 - 3881803302 - salento@wwf.it

Venerdì 8 febbraio e domenica 10 febbraio 

Musica e visioni per il Pianeta

WhatsApp_Image_2019-01-25_at_09.58.24Quest'anno abbiamo deciso di dare inizio alle attività del WWF Salento con un grande evento dedicato alla sensibilizzazione sui cambiamenti climatici in corso sul nostro Pianeta, e su ciò che ognuno di noi può fare per provare ad arrestarli, tutti i partecipanti potranno dare il proprio sostegno all'associazione e contribuire attivamente, come fare? è molto semplice iscriversi e seguirci nelle nostre azioni di salvaguardia dei polmoni verdi del Salento, a tal fine sarà allestito, durante le due giornate, apposito banchetto di iscrizioni, dove oltre a ritirare la tessera i nuovi iscritti riceveranno un piccolo omaggio di benvenuto che stimolerà al rispetto per l'ambiente!!! 
Venerdì 8 febbraio alle ore 18:30 il WWF Salento vi invita al Cineporto di Lecce presso le Manifatture Knos dove in attesa della proiezione del film documentario "Home" di Yann Arthur-Bertrand (start ore 19:00), saranno in mostra dei pannelli grafici e del materiale divulgativo sui cambiamenti climatici. In linea con il filo conduttore che nel 2018 ha portato la musica nella Foresta, alle ore 21 sempre al Cineporto, il Maestro Gabriele De Carlo si esibirà con un concerto per pianoforte, con la "Musica per il Pianeta". (ingresso gratuito fino ad esaurimento posti).
Domenica 10 febbraio per prendere cotatto diretto con uno dei polmoni verdi della città di Lecce vi guideremo a scoprire la "Foresta Urbana di Lecce" con una visita costellata da incursioni musicali e dove i più piccoli potranno cimentarsi nei nostri laboratori di educazione ambientale. (due turni ore 10:00 e ore 11:00 posti limitati è opportuna la prenotazione)
Con questa festa per il tesseramento diamo il via alla nuovo anno associativo, già pieno di tanti nuovi propositi ed attività in programma, e sperando di essere sempre di più!!!

Per info e prenotazioni: cell: 3392742742 - 3881803302 - salento@wwf.it


Domenica 7 Ottobre ti aspettiamo per scoprire la Natura in Città 
A causa del previsto maltempo per la giornata di domenica,
l'evento "Urban Nature" è rinviato a data da destinarsi. 

LOCANDINA_urban_nature2018_ridottaUrban Nature è l'evento del WWF tutto dedicato alla Natura Urbana attraverso il quale invitiamo tutti voi ad esplorare, conoscere e ri-costruire la biodiversità delle città italiane.

Programma di domenica 7 Ottobre:

dalle ore 10:00  alle ore 12:30 Foresta Urbana di Lecce, i volontari del WWF Salento vi condurranno nella visita di uno dei polmoni verdi della città, vera oasi naturale per tantissimi animali.

dalle ore 16:00 Parco Corvaglia a Lecce, messa a dimora di un'albero dedicato ai bambini del quartiere per conoscere e vivere il proprio parco; dalle ore 16:30 recital pianistico del Maestro Gabriele De Carlo.

Per info e prenotazioni: cell: 3392742742 - salento@wwf.it


I concerti della Foresta Urbana di Lecce

direzione Artistica Angela Colonna - Gianluca Milanese
a sostegno delle attività del WWF Salento e il recupero Foresta Urbana di Lecce


SABATO 2 GIUGNO - h. 18
TRANSALENTO 
Kavita Soni - voce
Gianluca Milanese - bansuri, flauto, flauto contralto
Andrea Presa - didjeridoo

Musica incantatrice, ammaliante, liberatoria. Tutto quello che Transalento suona intende sciogliere le menti e i corpi, allargare i confini musicali e offrire momenti di distacco, di abbandono. Per far questo ogni cosa, durante i concerti, viene elaborata e vissuta come fosse un rito, con una sua simbologia, un suo ritmo peculiare, una sua insistenza, un sottile gioco di dinamiche. I musicisti partecipano a una celebrazione che è intensa, autentica, al di fuori del tempo e dello spazio.


VENERDÌ 22 GIUGNO - h. 18
AIR TRIO 
Gianluca Milanese - flauto
Valter Salis - contrabbasso
Alessandro Semprevivo - batteria

?Conference of the bird?
Ispirato all'album omonimo del 1973 del compositore e contrabbassista Dave Holland, il trio propone un concerto basato su una struttura "open form", con un tema dichiarato all'inizio per impostare la tonalità e il tempo e poi evolvere attraverso l'interplay dei musicisti e l'interazione con i suoni della natura circostante.


SABATO 13 LUGLIO - h. 18
TRIO PERCORDA 
Franco Tommasi - voce e chitarra
Ofelia Elia - mandolino 
Giacomo Toriano - contrabbasso 

?Napoli in trio?
Propone un repertorio di canzoni napoletane che va dalle prime villanelle del ?500 fino agli ultimi grandi classici degli anni ?30 del Novecento. Quello della canzone napoletana è uno dei repertori più importanti di tutta la storia della musica. Purtroppo, al di fuori della cerchia degli appassionati, il pubblico conosce di questo repertorio una porzione infinitesima, spesso, attraverso interpretazioni di dubbio gusto. L?ambizione del trio è di avvicinare il più possibile al lirismo, allo humour, alla delicatezza, alla grazia e all?intensità che hanno nutrito più di quattro secoli e mezzo della storia di questa grande musica.

GIOVEDÌ 9 AGOSTO - h. 18
DUET GREEN 
Stefania Palma - flauto
Ludovica Colonna - flauto

Note? stellate
Il duo propone un concerto basato su musiche del 700 e dell'800.
I brani presentati hanno come fine quello di mettere in rilievo le dolci sonorità del flauto evocando i suoni presenti in natura. Così come i suoni della natura si fondono tra di loro creando un'atmosfera armoniosa e accogliente, così la melodia dei due flauti si amalgama dando origine a un affascinante intreccio di suoni. 
 

Max 50 spettatori a concerto fino ad esaurimento posti
Il concerto prevede un contributo a sostegno delle attività di recupero della foresta urbana
INFO E PRENOTAZIONE (necessaria): 339.2742742 ? 329.6237520

 

Evento internazionale del WWF: EARTH HOUR 2018
l'ORA DELLA TERRA - 24 Marzo 2018, ore 20:30 - 21:30

locandinaSpegni le luci e accendi il cambiamento
LECCE - Porta San Biagio - Start Ore 18:00
Ritorna Earth Hour (Ora della Terra) la grande mobilitazione globale del WWF che, partendo dal gesto simbolico di spegnere le luci per un?ora, unisce cittadini, istituzioni e imprese in una comune volontà di dare al mondo un futuro sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico. È la dimostrazione che insieme si può fare la differenza.
La grande ora del buio spegne le luci anche a Lecce, a Porta San Biagio, uno degli storici accessi al centro storico, per dare vita a una manifestazione conviviale e all'insegna della sostenibilità.
 Lecce farà la sua parte con WWF Salento il patrocinio e il sostegno del Comune, e già dal mattino in collaborazione con diverse associazioni e cittadini si seguiranno tante iniziative all'insegna della sostenibilità.
 Dalle 9.30 escursione Lecce/Ciclofficina popolare Knos - Frigole/Edificio idrovoro
Con l'Associazione Ruotando della ciclofficina Knos che da tempo si impegna a diffondere la buona pratica della mobilità sostenibile sarà allestito un banchetImmagine_bicito informativo e nella mattinata una "cicloescursione" in collaborazione con il Parco di Rauccio lungo il litorale leccese con il seguente programma: 

  • Ore 9.30 partenza della sede della Ciclofficina popolare Knos (via Vecchia Frigole, 36);
  • Ore 10 arrivo presso Edificio Idrovoro di Frigole per proseguire verso il fiume "Giammatteo" che si immette nelle laguna di "Acquatina" e si prosegue per la "laguna dell'Idume". Durante l'escursione si effettueranno misure termosalinimetriche (a cura di Stefano Margiotta) che consentiranno di stabilire quale sia il fiume di acqua dolce del territorio leccese, organizzate dall'Ordine di Geologi della Puglia.
  • Ore 13 rientro a Lecce (previsto per le 13.30).
 WWF_Salento_ora_della_terra2Dalle 18 a Porta San Biagio
  • Laboratorio di costruzione di lanterne presso lo stand informativo del WWF Salento dove si potranno trovare materiale divulgativo sulle tematiche ambientali e informazioni riguardo leWWF_Salento_ora_della_terra2018 attività che si svolgono sul territorio.
  • "baratto di biodiversità", scambio di semi e talee con l?associazione Adipa.
  • Degustazione di miele e informazioni sull?affascinante società delle api e il ruolo determinante che hanno sull?ecosistema con l?azienda di apicoltura di Marco Faggiano.
  • Degustazione di liquori a base di piante spontanee, prodotti dall?azienda "Linfa Salento".
  • Mostra fotografica "Sorprese in Natura", un viaggio di immagini attraverso l'occhio attento di Piero Ferrara.
  • Momenti d'arte: - Claudio Capone con "alberi sonori e risveglio della Terra"; Annamaria Di Maggio (Dima creazioni): "Donne e Natura".
 twitter_cover_itSPEGNIMENTO DELLE LUCI ore 20.30
  • Incursioni musicali del maestro Gianluca Milanese (Flauto),
  •  Performance di Paola Turco con Terra Danzante e a cura di Paolo Colazzo (ricercatore sul tarantismo) "Ritmo madre" ritorno alla sorgente, quadro artistico spirituale dedicato alla Madre Terra;
  • Uno sguardo al cielo con "Guardiamo l'Universo" a cura dell'associazione C.R.A. Lecce (Centro ricerche astronomiche amatoriali)

 Il WWF Salento si adopera per la diffusione di tali pratiche, fornendo materiale informativo e attraverso molteplici iniziative a tema ambientale che insegnino, in particolare ai bambini e ai ragazzi delle scuole, come ritrovare l?equilibrio armonioso tra uomo e natura, e contribuire, insieme, a "salvare il pianeta" cominciando dai luoghi che ci circondano.
 Info e contatti:  339/2742742 - salento@wwf.it

A Lecce si spegne Porta S. Biagio e la relativa piazza: Il programma della giornata - Il Comunicato stampa


Il NO del WWF a TAP

Il WWF Salento ha da sempre contestato il punto di approdo del gasdotto a San Foca proponendo, per giungere a una mediazione, l'alternativa nell'area già industrializzata e fortemente compromessa dal punto di vista ambientale, di Cerano, nella zona industriale di Brindisi, convertendo quest'ultima da produzione a carbone a metano.

In questa prospettiva riteniamo che la realizzazione di TAP avrebbe potuto essere l?occasione per dare inizio a una politica ambientale più sostenibile delle energie, ponendo rimedio, almeno in parte, agli ingenti danni in termini di inquinamento che la centrale di Cerano ha perpetuato in questi anni al Salento.

Oltre a tali considerazioni in materia di tutela ambientale, il WWF Salento ritiene che un'opera di tale impatto, seppur definita strategica per il fabbisogno energetico del Paese, non possa essere realizzata in un territorio che la respinge e rifiuta in tal modo. Nessun intervento sul territorio, a nessuna latitudine e per alcun motivo, dovrebbe essere imposto con la forza alla popolazione che lo abita. La decisione di realizzare opere di questa entità deve necessariamente essere condivisa e partecipata, e non può prescindere da un propositivo e reale processo di ascolto del territorio.

Il WWF Salento, pertanto, è vicino e sostiene la protesta dei NO TAP, condanna le modalità di intervento da parte dello Stato relative alla realizzazione dell?opera e, in particolare, l'uso della forza esercitata in questi giorni sui manifestanti.

Temiamo inoltre per la sorte degli ulivi espiantati e vigileremo sul loro destino.

Per approfondire: Le osservazioni del WWF presentate al ministero

Facebook
Email
Instagram